• Home
  • Mappa del sito
  • Sito accessibile

festival della danza

Monfalcone 20 e 21 settembre 2019

programma

VISITA GUIDATA

AL MUSEO DELLA CANTIERISTICA E AI CANTIERI NAVALI 2019

programma

Intitolazione Palazzetto di Via B.Powell

A chi vuoi che venga intitolata la struttura sportiva?

leggi
Pause

Villa di via di Colombo

La villa, studiata dalla Soprintendenza ai B.A.A.A.A.S. del Friuli Venezia Giulia in tre campagne di scavo (nel 1992, 1994 e 1996), è caratterizzata da due parti: una abitativa, a nord lungo le propaggini della dorsale carsica, ed una adibita ad attività produttive o di appoggio al sistema centrale. Questa seconda area si configura come un ampio bacino di 20 metri per 15, provvisto di un ampio spazio d'entrata ad est e di un'apertura sul lato sud.
Al momento dello scavo questa parte risultava in parte chiusa da un muro: è probabile che servisse alla regolazione del livello delle acque interne e che disponesse di strutture semovibili in legno.
L'area abitativa si estende a nord e, analogamente a quanto riscontrato per le ville limitrofe, si può presupporre che anche il complesso di via Colombo si articolasse su piani diversi, conferendo mobilità strutturale all'edificio: sulla base dei rinvenimenti del 1996 è possibile ipotizzare la presenza di un cortile, o comunque di un'area scoperta, su cui si affacciavano alcuni locali della villa.
Sulla base del materiale rinvenuto negli strati delle fondamenta, il primo periodo della villa andrebbe collocato nella seconda metà del I° sec. a.C.
Si suppone che l’abbandono del complesso sia avvenuto abbastanza presto dato che non sono stati rinvenuti reperti archeologici risalenti al II° d.C., a differenza della vicina villa di via delle Mandrie.


Tag