• Home
  • Mappa del sito
  • Sito accessibile

MOSTRA

Monfalcone Dalla Giulio Cesare alla Leonardo da Vinci Arte e innovazione nei transatlantici

PROGRAMMA

VISITA GUIDATA

AL MUSEO DELLA CANTIERISTICA E AI CANTIERI NAVALI 2019

programma
Pause

Piano neve 2011

Dipende da: Ufficio Servizi tecnici

La giunta comunale di Monfalcone ha provveduto ad approvare, in data 22 dicembre 2011, il Piano neve che permetterà di coordinare le azioni di intervento in caso di fenomeni meteorologici nevosi. Il documento divide la città in cinque circuiti di azione, a seconda della tipologia di strade interessate, a cui corrispondono altrettante strategie di azione.

La novità del piano 2011 è in primo luogo una diversa concezione della gestione emergenza: il Comune ha impegnato maggiori risorse per l'acquisto di sale e nuovi mezzi. Ha inoltre sottoscritto una convenzione con una ditta privata per garantire interventi tempestivi in zona complesse come Marina Julia, il Centro città e Panzano.

Le priorità di azione previste dal piano sono:

1. Percorribilità veicolare delle strade urbane principali

2. Accessibilità veicolare e pedonale agli edifici fornitori di servizi pubblici

3. Attuazione di eventuali disposizioni di Prefettura previste dal Piano neve Provinciale sul territorio comunale.

Si ricorda che compito del Comune è la pulizia delle strade. Compito dei privati è invece quello di mantenere sgomberi i marciapiedi, i passi carrai, i tetti (dall'accumulo di neve) nel tratto antistante la propria abitazione. Il comune ha provveduto a diffondere l’informazione che stabilisce l’obbligo dei proprietari, conduttori o amministratori di edifici privati, e che riassume anche i numeri ai quali rivolgersi in caso di emergenza (Protezione civile 335/1079017, Vigili del Fuoco 115, Aci soccorso stradale 800/252876).

Nei casi in cui la necessità di intervento si determini durante i normali orari di lavoro i capi servizio delle squadre comunali avranno a disposizione tutto il personale presente e potranno organizzare le squadre in relazione all’entità del fenomeno. Nei casi in cui la necessità di intervento si determini in giornate festive o in orari non lavorativi, serali o notturni, i capi servizio allerteranno il personale, la Protezione Civile e le ditte collaboratrici.

Oltre al Comune, infatti, il Piano neve vede il coinvolgimento nella gestione dell'emergenza di:

Squadre volontari di protezione civile: si occuperanno dello spandimento manuale di sale e asporto di neve o ghiaccio per miglioramento della accessibilità ad edifici pubblici e dello spazzamento neve e spandimento sale sul circuito stradale assegnato.

Ditte locali: nell’anno in corso è stata approvata una convenzione con la ditta IT Costruzioni Generali di via dei Canneti a Monfalcone, la quale sarà tenuta a fornire prestazioni in reperibilità 24 ore su 24 intervenendo sulle aree assegnate con i mezzi a disposizione. In particolare, lo sgombero neve sulle aree pedonali del centro sarà eseguito con una pala piccola tipo “Bobcat” e a mano, mentre l’azione sulle strade del circuito stradale assegnato (circuito 5 composto da Centro città, Panzano e Marina Julia) sarà svolta con la pala gommata.

Scuole locali: Le scuole materne, quelle comunali dell'obbligo e gli asili nido saranno riforniti preventivamente, dal personale operaio dei Servizi Tecnici, di sacchi di sale da Kg 20

Cittadini, amministratori condominio e commercianti

I circuiti di intervento previsti dal Piano (piantina) sono cinque: sul circuito 1 entrerà in funzione una squadra comunale con spazzaneve e spandisale; sul circuito 2 una seconda squadra con un mezzo spandisale e uno spazzaneve; sul circuito 3 spandisale, spazzaneve e anche spandisale manuali; sul circuito 4 una squadra Protezione Civile attrezzata con lama spazzaneve su trattore agricolo e da pik-up con spandisale elettrico al seguito, e sul circuito 5 (Marina Iulia, il Centro città e Panzano) una ditta privata attrezzata con pala gommata, Terna e Bobcat.

Tag