• Home
  • Mappa del sito
  • Sito accessibile

MEMORIALEPER LE VITTIME DELL'AMIANTO

Inaugurazione sabato 22 dicembre 2018 alle ore 10.00 presso il MuCa in via del Mercato, 3

Invito

Visita guidata Mu.Ca e Cantieri Navali

Programma
Pause

Il Duomo

Il primo conflitto mondiale ha pesantemente inciso sul patrimonio culturale e monumentale della città, quasi interamente scomparso il Palazzo del Comune, il Palazzo Patriarcale, il Palazzo della Ragione e la Loggia.

La chiesa, precedente al Duomo e dedicata a S. Ambrogio, fu distrutta nel conflitto 1915-1918; essa custodiva alcune tele venete di Palma il Giovane e mobili intagliati da Matteo Deganutti.
La ricostruzione del Duomo, durante il quadriennnio dal 1926 al 1929, si basò sul progetto degli architetti romani Benigni e Leoni e riporta forme neoromantiche. All’epoca l’Amministrazione Comunale mise a disposizione della nuova chiesa l’area tra la vecchia via del Duomo e la Roggia che costeggiava viale S. Giusto (oggi via F.lli Rosselli).

Più recente è la storia del campanile, eretto nel 1956. Alla realizzazione del campanile contribuirono cittadini, enti ed industrie, la presidenza del Consiglio dei Ministri, il Comune di Monfalcone ed i cantieri Riuniti dell’Adriatico.
Nel 1962 i sacerdoti si trasferirono nell’attuale canonica di via S. Ambrogio n. 27, lasciando la sede nel vecchio Palazzo del Podestà (oggi Palazzotto Veneto, riacquistato dopo duecento anni dal Comune di Monfalcone e destinato ad ospitare la Biblioteca Comunale).


Cfr. “Sant’Ambrogio e le sue chiese filiali” di Barbariol, Mazzoni, Bonadonna, 1998, pgg. 13-79.

Tag