null Assegnazionealloggidiemergenza

Assegnazione alloggi di emergenza

I presenti criteri disciplinano le modalità di concessione degli alloggi che si trovano nella disponibilità dell’Amministrazione comunale destinati ad uso temporaneo, per la realizzazione di progetti socio-assistenziali attivati dai Comuni al fine di fronteggiare le situazioni di emergenza abitativa di nuclei familiari residenti e in situazioni socio – economiche disagiate, che presentano problematiche di immediata gravità, in base a quanto previsto dalla legge regionale 1/2016 Art. 14 “ Riforma organica delle politiche abitative e riordino delle ATER” e dal successivo “Regolamento per la disciplina delle modalità di gestione degli alloggi di edilizia sovvenzionata gestiti dalle Ater regionali.”approvato con D.P.G. dd. 26/10/2016 articolo 12.

Come fare

  • Nella premessa che il presupposto di attivazione della presente modalità di assegnazione temporanea di alloggi di emergenza è la realizzazione di progetti socio assistenziali attivati dal Comune, si pongo i seguenti requisiti di accesso. Le domande per le assegnazioni provvisorie di emergenza abitativa possono essere presentate da un solo componente del nucleo familiare i cui membri abbiano i seguenti requisiti al momento di presentazione della domanda (è ammessa una sola domanda per nucleo): a) essere cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; b) essere in possesso di determinati indicatori della situazione economica di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159 (Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell'Indicatore della situazione economica equivalente -ISEE) non superiore alla soglia stabilita di € 10.000,00 . Detto indicatore sarà soggetto a variazioni stabilite con apposita deliberazione della Giunta Comunale c) essere anagraficamente residenti nel territorio regionale da almeno quarantotto mesi d) non essere proprietari neppure della nuda proprietà di altri alloggi, ovunque ubicati, purché non dichiarati inagibili con esclusione delle quote di proprietà non riconducibili all'unità, ricevuti per successione ereditaria, della nuda proprietà di alloggi il cui usufrutto è in capo a parenti entro il secondo grado e degli alloggi, o quote degli stessi, assegnati in sede di separazione personale o divorzio al coniuge o convivente. e) non esser stati interessati da provvedimenti di rilascio di alloggi occupati senza titolo, sia pubblici che privati, negli ultimi due anni(LR 1/2006 ). f) Inesistenza a carico del concessionario e dei suoi familiari di precedenti penali a carico per reati contro la persona ed il patrimonio g) non aver rilasciato dichiarazioni mendaci alla Pubblica Amministrazione e di non aver rispettato i contenuti o rifiutato la sottoscrizione dei Patti/Contratti con il Servizio sociale.

Entro quanti giorni: 90

Cosa fare

  • La domanda dovrà essere compilata esclusivamente utilizzando apposito modello disponibile presso il Servizio Sociale comunale, allegando la documentazione necessaria a documentare il possesso dei requisiti e delle condizioni che permettono l’attribuzione del punteggio sotto riportato. La domanda ha validità di mesi 12 (dodici) dalla data di presentazione, al termine della quale si procederà all’archiviazione della stessa. L’istanza verrà inoltre archiviata nei seguenti casi: - assegnazione al richiedente di un alloggio di emergenza abitativa; - reperimento di un alloggio nel libero mercato da parte del richiedente; - rifiuto di una soluzione abitativa non giustificata da gravi motivi; - richiesta di archiviazione da parte del richiedente; - trasferimento di residenza presso un altro comune o cancellazione anagrafica per irreperibilità; - in caso di rifiuto o di resistenza del richiedente nel fornire documentazioni e integrazioni su richiesta dell’Amministrazione comunale; - perdita dei requisiti di accesso prima della scadenza della domanda, e comunque prima dell’assegnazione dell’alloggio.

Dove andare

Sede

Monfalcone, PIAZZA della Repubblica 8
Piano Terra

Orari

Orario di apertura al pubblico:

Lunedi 08:00 - 13:00
Lunedi 15:00 - 18:00
Martedi 08:00 - 14:00
Mercoledi 08:00 - 13:00
Mercoledi 15:00 - 18:00
Giovedi e Venerdi 08:00 - 14:00

Trasparenza

Atto primario: L.R., N°: 1 Del: 2016,

  • "Regolamento per la disciplina delle modalità di gestione degli alloggi di edilizia sovvenzionata gestiti  dalle  Ater regionali.”approvato con  D.P.Regione dd.   26/10/2016 .

Istanza di parte - L'avvio del procedimento avviene con istanza di parte quando l'amministrazione viene sollecitata a procedere da un privato o da un'altra amministrazione

Data di aggiornamento: 13.12.2019