null Ecco le fasi della realizzazione della nuova piazza articolate in modo da garantire la continuità delle attività commerciali. Il sindaco rassicura la categoria
04 maggio 2021

Ecco le fasi della realizzazione della nuova piazza articolate in modo da garantire la continuità delle attività commerciali. Il sindaco rassicura la categoria

Ecco le fasi della realizzazione della nuova piazza articolate in modo da garantire la continuità delle attività commerciali. Il sindaco rassicura la categoria

L’Amministrazione comunale ha pianificato i lavori di pavimentazione della nuova piazza in modo tale da evitare possibili disagi per le attività commerciali. Lo ha confermato il sindaco Anna Maria Cisint durante un apposito incontro con gli interessati ai quali ha illustrato le diverse fasi di realizzazione dell’importante opera. “Durante i lavori di riqualificazione della piazza non chiuderemo nessuna attività, -ha sottolineato il Sindaco Cisint - bar, pizzerie e locali avranno la possibilità di lavorare anche durante l’apertura dei cantieri di piazza della Repubblica, utilizzando a pieno le agevolazioni messe a disposizione dal Comune per sostenere la ripresa dopo il lungo periodo di chiusura”. Esi tratta di agevolazioni di particolare rilievo: per tutto il 2021 gli esercenti di Monfalcone non dovranno pagare la tassa per l’occupazione del suolo pubblico, mentre la tassa sui rifiuti è stata abbassata alla metà. I locali che saranno interessati dai lavori di riqualificazione del centro cittadino – ha aggiunto il sindaco Cisint - non pagheranno Tosap né Tari per tutti il 2022”. Il piano delle opere con le relative tempistiche è stato già programmato. Si inizierà a fine luglio con la parte centrale della piazza, quella che porterà a riproporre il cosiddetto biscotto, che sarà realizzata per fasce e dovrebbe essere pronta entro tre mesi dall’avvio. Seguirà il rifacimento delle parti laterali partendo da q1uella rivolta a ovest e scendendo progressivamente.
Al titolare della pasticceria Maritani, che si è fatto interprete delle istanze della categoria, sono state dunque fornite le necessarie rassicurazioni sulla base del cronogramma già definito dell’intervento. Sono stati illustrati i punti di forza del progetto che, assieme alla ripavimentazione, prevede la riqualificazione dell’intera area sino al piazzale del Duomo con il recupero degli elementi storici, come il segno delle vecchie mura medioevali e la creazione di un’ampia area verde di circa 20 mila metri quadrati, maggiore di oltre un terzo rispetto a quella attuale. Una proposta pensata per fare in modo che il centro ritorni ad essere un punto vitale di incontro e attrattività di Monfalcone, anche al fine di sostenere l’insieme delle diverse attività commerciali e di servizio che si sviluppano in questo
comprensorio.
È stato convenuto che l’assessore al commercio, Luca Fasan, si incontrerà, assieme a un tecnico, con tutti i commercianti interessati per fornire singolarmente tutte le necessarie delucidazioni.