null Monfalcone: edilizia scolastica
11 giugno 2021

Monfalcone: edilizia scolastica

Monfalcone: edilizia scolastica

Tante le azioni portate avanti dall’Amministrazione Comunale in quattro anni nell’ambito dell’edilizia scolastica.
“A Monfalcone sono stati portati avanti interventi senza precedenti, con il coinvolgimento delle istituzioni, delle autorità, dei docenti e delle famiglie per trovare di volta in volta le soluzioni più adatte alle criticità da affrontare” commenta l’assessore all’istruzione Antonio Garritani.
“In questi anni di legislatura abbiamo risolto una situazione ereditata molto difficile, di carenza di luoghi e spazi" ha rincarato l'assessore. “Sono numerosi gli interventi attuati per rispondere ai bisogni di una città grande come Monfalcone”. 
“La scuola Collodi, che l’amministrazione precedente intendeva chiudere, è stata ultimata a tempo record e consegnata a gennaio 2021. Ora, sono tre le aule che trovano spazio in questa struttura, con una capacità di venticinque bambini ognuna”. 
Un’altra struttura a rischio chiusura era la scuola dell’infanzia di via Poma, recuperata dall’Amministrazione Cisint. “Sono stati fatti degli studi su quello che sarà l’andamento demografico a Monfalcone nei prossimi anni. Dati alla mano, è stato presentato un piano di investimenti e, con un progetto da oltre due milioni di euro, la scuola Poma verrà ricostruita. Ci saranno così più spazi destinati all’insegnamento” ha proseguito Garritani.
Gli ulteriori investimenti che, con un piano in via di sviluppo, l’Amministrazione intende incentrare per l’edilizia scolastica e per migliorare il percorso scolastico dei ragazzi di Monfalcone, prevedono l’acquisizione della scuola di Via Roma per un milione e duecentomila euro e la ricostruzione della scuola primaria Sauro. Con un investimento dal valore di quasi quattro milioni di euro verrà consentito il raddoppio delle sezioni da cinque a dieci.
Inoltre, ebbene non di diretta competenza dell’Amministrazione, il Comune ha investito circa centomila euro ogni anno per la didattica scolastica, in accordo con le esigenze segnalate dagli Istituti e nel pieno rispetto dell’autonomia scolastica. Si tratta di fondi destinati all’implementazione dell’offerta formativa degli Istituti.
“Abbiamo sostenuto l’offerta formativa degli Istituti Giacich e Randaccio con dodicimila euro ciascuno, per lezioni coreutiche, di musica e di lingue straniere” ha aggiunto l’assessore. “L’Amministrazione ha dato il suo sostegno anche agli Istituti Secondari di Secondo Grado della Città, l’ISIS Pertini e l’ISIS Buonarroti. Sono stati stanziati seimila euro ciascuno e si è favorita una collaborazione tra gli Istituti, le attività e gli spazi del Centro Giovani Innovation Young”. 
In settimana sono state consegnate, presso l’ISIS Pertini due nuove saldatrici, che contribuiranno alla formazione delle figure professionali necessarie ai cantieri navali.