null ORDINANZA per lo svolgimento delle cerimonie funebri dall’11 al 17 maggio 2020
09 maggio 2020

ORDINANZA per lo svolgimento delle cerimonie funebri dall’11 al 17 maggio 2020

ORDINANZA per lo svolgimento delle cerimonie funebri dall’11 al 17 maggio 2020

Ordinanza n. 29 dd 9.5.2020

Oggetto: ORDINANZA  per lo svolgimento delle cerimonie funebri dall’11 al 17 maggio 2020

Richiamata la  precedente ordinanza sindacale del 30 aprile 2020 con la quale, alla luce del DPCM 26/04/2020 e dell’ordinanza 11/PC del 26/04/2020 del Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia,  sono state dettate, tra l’altro, le misure per l’accesso al Cimitero comunale nonché richiamato il numero massimo di persone che possono partecipare alle esequie con la finalità di contenere il rischio di contagio da coronavirus;

Atteso che il DPCM 26/04/2020, all’art.1, c. 1 lett. I) ha previsto nello specifico per le cerimonie funebri quanto segue: 

“...sono consentite le cerimonie funebri con l’esclusiva partecipazione di congiunti e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all’aperto, indossando protezioni delle vie respiratorie e rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.”

Ricordato che il citato DPCM del 26 aprile 2020 esplica i suoi effetti dal 4 al 17 maggio;

Ritenuto, per garantire l’ordinato e rispettoso svolgimento delle cerimonie funebri, di disciplinarne, con specifico provvedimento, lo svolgimento all’interno del cimitero comunale con decorrenza dall’11 fino il 17 maggio, salvo proroghe;

Ritenuto pertanto di stabilire che le cerimonie funebri debbano avvenire, nel rispetto delle richiamate misure del DPCM 26/04/2020 e quindi contemplando la presenza massima di 15 persone tra loro distanziate di almeno un metro e con le protezioni alle vie respiratorie, nei seguenti luoghi:

- Cimitero comunale: nella Cappella, o nella camera mortuaria o preferibilmente all’aperto nei pressi del luogo di sepoltura o in altro adeguato spazio; 

- Obitorio;

oppure:

- Chiese parrocchiali

ribadendo che le citate misure del DPCM 26/04/2020 devono comunque  essere scrupolosamente rispettate ovunque;

Ritenuto, per quanto riguarda l’accesso al cimitero di coloro che intendono fare visita ai defunti, di stabilire non più necessario declinare le generalità in quanto sono state allentate le restrittive misure per gli spostamenti delle persone essendo ora possibile lo spostamento su tutto il territorio della Regione; fermo restando il divieto di assembramento e l’accesso a una sola persona per tomba o loculo;

Visto l’art.32 della Legge n. 833/1978 che demanda al Sindaco, in qualità di Autorità

Sanitaria locale, competenze per l’emanazione dei provvedimenti a tutela della salute pubblica;

Visto l’art.50, comma 5 del D.Lgs. n.267/2000, che definisce le attribuzioni del Sindaco per

l’emanazione di provvedimenti contingibili ed urgenti, in qualità di Autorità Sanitaria loca-le;

Visto lo Statuto comunale;

Visto l’art. 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19;

Richiamato a proposito l’art. 50, commi 4 e 5 del D. Lgs. n. 267/2000 in materia di potere

sindacale di ordinanza;

Richiamati gli artt. 3 e 4 del D.L. 25 marzo 2020, n. 19 in materia di sanzioni e controlli delle misure assunte in materia dalle autorità regionali e comunali;

ORDINA

Le cerimonie funebri debbano avvenire nel rispetto delle richiamate misure del DPCM 26/04/2020 e quindi contemplando la presenza massima di 15 persone tra loro distanziate di almeno un metro e con le protezioni alle vie respiratorie, nei seguenti luoghi:

- Cimitero comunale: nella Cappella, o nella camera mortuaria o preferibilmente all’aperto nei pressi del luogo di sepoltura o in altro adeguato spazio; 

- Obitorio;

oppure:

- Chiese parrocchiali

Le citate misure del DPCM 26/04/2020 devono comunque  essere scrupolosamente rispettate ovunque;

Per l’accesso al cimitero di coloro che intendono fare visita ai defunti non è più necessario declinare le generalità in quanto sono state allentate le restrittive misure per gli spostamenti delle persone essendo ora possibile lo spostamento su tutto il territorio della Regione; fermo restando il divieto di assembramento e l’accesso a una sola persona per tomba o loculo

La presente ordinanza produce i suoi effetti dall’11 al 17 maggio, salvo proroghe.

É fatto obbligo a chiunque di osservare e far osservare il presente provvedimento e

l’inottemperanza sarà punita ai sensi dell’articolo 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19.

DEMANDA

di far rispettare le previsioni della presente Ordinanza al Servizio Polizia Locale.

Il presente provvedimento dovrà essere pubblicato nel sito web comunale, diffuso nei ca-nali social network per la massima conoscenza alla popolazione.  

    Il Sindaco

Anna Maria CISINT

Monfalcone, 09 maggio  2020