Affido familiare

AFFIDO FAMILIARE  -  COS'È
L’affido è un intervento di accoglienza temporanea di un minore in situazione di difficoltà. Consiste nel prendersi cura dei bisogni affettivi ed educativi di un bambino.  L’affido prevede il mantenimento dei rapporti del minore con la sua famiglia di origine. La natura giuridica dell’affido non cambia legalmente il rapporto del minore con i suoi genitori. La legge assegna la titolarità dell’affidamento familiare al Servizio Sociale dei Comuni, che nel suo operato è supportato dalle competenze professionali degli operatori dei Servizi Azienda Sanitaria e da un sempre maggior esercizio della responsabilità sociale messo in campo  da associazioni, realtà del terzo settore, famiglie affidatarie e reti famiglie.

LE DIVERSE MODALITÀ
Esistono diverse modalità di affido, in base alla situazione familiare del bambino:
- affido giudiziale: disposto dall’Autorità Giudiziaria su proposta dei servizi sociali;
- affido consensuale: disposto con il consenso della famiglia naturale.

L'AFFIDO PUÒ ESSERE
- diurno o part time: quando è limitato ad alcune ore della giornata o durante i fine settimana;
- residenziale: quando il bambino vive stabilmente con la famiglia affidataria.

COME SI DIVENTA GENITORI AFFIDATARI
Possono diventare affidatari  coppie coniugate o conviventi, single, uomo o donna, nonni, etc. Occorre rivolgersi ai Servizi sociali del Comune di residenza o al Consultorio Familiare, per la presentazione della domanda senza vincoli o scadenze temporali. Dopo alcuni colloqui conoscitivi con i referenti per l’Affido dei Servizi, è necessario frequentare specifici percorsi di formazione promossi dal Servizio Sociale di Comuni.

IL SOSTEGNO ECONOMICO REGIONALE
La Regione Friuli Venezia Giulia, attraverso gli Enti gestori dei Servizi sociali dei Comuni, concede benefici  alle famiglie che hanno uno o più minori in affido modulati in base alle giornate di presenza del minore nel nucleo e non condizionati al reddito . La famiglia affidataria ha diritto a un contributo economico e a specifiche coperture assicurative per contribuire alle spese di mantenimento del minore.
I genitori affidatari godono degli stessi benefici relativi ai congedi lavorativi garantiti ai genitori naturali.

COSA DEVO FARE SE SONO INTERESSATO
Se sono interessato a propormi per ospitalità ed accoglienza di minore devo rivolgermi al Servizio Sociale di Ambito presso agli Sportelli di Segretariato Sociale attivi in tutti  i Comuni dell’Ambito  o al Consultorio Familiare .
 

Data di aggiornamento: 30.07.2019