Ravvedimento operoso

Chi non ha versato l'IMU nei termini previsti può effettuare il "ravvedimento operoso".

Il ravvedimento operoso (art. 13 D. Lgs. 472/1997) si perfeziona con il versamento in un'unica soluzione dell’imposta dovuta e non versata, della sanzione e degli interessi legali calcolati giornalmente.

Per il ravvedimento operoso si può prendere contatti anche con l'ufficio tributi di via S. Francesco 13 tramite e-mail all'indirizzo tributi@comune.monfalcone.go.it 

Il ravvedimento operoso, per omesso, parziale o ritardato versamento, può essere di quattro tipi:

- Il “ravvedimento sprint”: che può essere effettuato entro i 14 giorni successivi alla scadenza del termine per il versamento; La sanzione ordinaria del 30 per cento, applicabile sui pagamenti di imposte tardivi od omessi, si riduce allo 0,1 % per ogni giorno di ritardo.
- Il ”ravvedimento breve” (mensile) che può essere effettuato dal quindicesimo giorno fino al trentesimo giorno successivo alla scadenza; Dopo il 14° giorno ed entro il 30° la sanzione è pari al 1,5%.
- Il "ravvedimento intermedio" che può essere effettuato dal trentunesimo giorno fino al novantesimo giorno successivo alla scadenza. In questo caso la sanzione è pari al 1,67%.
- Il “ravvedimento lungo” che può essere effettuato entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all'anno nel corso del quale è commessa la violazione. Oltre il novantesimo giorno ed entro un anno la sanzione si riduce ad 1/8 del 30% e quindi è pari al 3,75%. Oltre un anno ed entro due anni dall’omissione la sanzione è del 4,29% (1/7 del 30%). Oltre due anni dalla violazione la sanzione è del 5% (1/6 del 30%).

La sanzione ordinaria per omesso, parziale o ritardato versamento è pari al 30% del tributo dovuto e non versato o versato in ritardo.

Data di aggiornamento: 16.06.2020